Belgrade with Boris Malagurski | HD

Ivanovic: il tennis in Serbia è diventato molto popolare

Rispettando la tradizione del giorno di inizio dei tornei WTA negli ultimi anni, lo Stadio Olimpico ha ospitato ancora una volta l'ora All-access con la partecipazione delle prime quattro teste di serie Kremlin Cup nel singolare femminile. Uno dei rappresentanti di questi quattro era la serba Ana Ivanovic .

- Ana, confronta le prime tre racchette del mondo. Quando era lei la tua connazionale Elena Yankovich, tutti dicevano che non aveva punti deboli; poi lo stesso si è detto di Caroline Wozniacki. Ora parlano con lo stesso spirito di Victoria Azarenka. Puoi confrontare il loro stile di gioco, lo stile e mettere in evidenza i loro punti di forza e di debolezza?
- Penso che tutti coloro che diventano la prima racchetta del mondo meritino questo posto nella classifica. Allo stesso tempo, lo stile di gioco di Azarenka, secondo me, è diverso dal tennis, che

è stato mostrato da Wozniacki e Jankovic. Praticamente non hanno commesso errori, colpendo tutte le palle, ma nel loro arsenale non c'erano colpi di pugni davvero potenti. Anche Azarenka è molto stabile ora, ma sta molto meglio offensivamente.

- Sembra che recentemente in alcune partite tu stia mostrando il tennis, che è vicino al livello del tuo miglior gioco da quando hai vinto Roland Garros - 2008 e primo posto nella classifica, ma non riesci ad agire in modo coerente a questo livello. Sei d'accordo con questa valutazione e qual è il motivo per cui non riesci a mostrare regolarmente un tennis così buono?
- Mi manca un po 'la stabilità ad alto livello. Quest'anno ho vinto molte partite, ma non sono riuscito a mostrare un buon tennis nei combattimenti con i migliori giocatori di tennis. Penso di non essere abbastanza sicuro delle mie capacità quando esco in campo contro rivali del genere. Ma spero che il prossimo anno riuscirò a superare questa barriera; comunque, questo è uno dei miei obiettivi principali per la stagione. Voglio competere con successo nelle principali competizioni, compresi i tornei del Grande Slam.

- Per la prima volta nella storia, la nazionale serba è arrivata alla finale della Fed Cup. Quali sono le tue sensazioni prima di questo confronto e come valuteresti le possibilità di vittoria delle squadre?
- Possiamo dire che il nostro sogno si è avverato. Siamo molto contenti di essere riusciti ad arrivare in finale, riuscendo a vincere una dura semifinale contro la nazionale russa. Ora dobbiamo giocare in finale, che manca solo un paio di settimane. Se riusciamo a vincere, ripetiamo i risultati dei ragazzi della Coppa Davis - 2010, allora sarà

fantastico.

- Sei venuto a Mosca solo una volta. Qual è il motivo di una visita così rara nella capitale russa e possiamo dire che ora sei venuto qui in gran parte grazie alle emozioni positive che hai ricevuto nelle semifinali della Federation Cup?
- (Subito dopo l'inizio della traduzione in inglese, Ana corregge: Sono stato qui due volte. No, anche tre volte tenendo conto della Federation Cup.) Volevo davvero tornare qui, a questo torneo. Certo, la nostra vittoria in semifinale di Fed Cup è stata una grande conquista, ma in ogni caso sarò sempre contento di tornarevai a Mosca. I nostri paesi sono simili, quindi qui tutto sembra molto familiare e familiare.

- Puoi confrontare Megasport, che ha ospitato la semifinale della Federation Cup, e l'Olympic Sports Complex? Tribunali, condizioni di allenamento e tutto il resto.
- Sono molto diversi. Abbiamo giocato lì sulla terra battuta, ma qui abbiamo giocato duro. Mi sembra che l'Olimpico sia molto di più, in ogni caso si crea un tale feeling. Mi piace molto qui, è un grande complesso. È vero, quando stavo cercando dove allenarmi, ho scoperto per la prima volta una pista di pattinaggio di figura: è stato bello. Ma ho fatto una sessione di allenamento in una delle sale, anche se non avevo molto tempo per prepararmi.

- Ana, dicono che il tuo gioco dipende molto dal tuo livello di forma fisica. Come valuti la stagione in corso da questo punto di vista, sei soddisfatto di come l'hai pianificata, quanti tornei hai giocato? E quale percentuale del massimo valuteresti la tua condizione attuale?
- Penso che ora, in realtà a fine stagione, sia difficile essere perfettamente pronti. Forse mi piacerebbe giocare un po 'più di tornei quest'anno, e forse lo farò la prossima stagione.

Ovviamente, aumentare il tuo livello di forma fisica è molto importante, poiché ora il tennis è diventato molto costoso in fisicamente: richiede molta forza e potenza di pugno.

- Hai fatto progetti per la bassa stagione? Dove riposerai e la tua squadra rimarrà la stessa o ci saranno dei cambiamenti?
- Beh, ho sempre con me un allenatore, uno sparring partner e un preparatore atletico. Trascorrerò metà dei preparativi per la nuova stagione in casa e metà a Dubai.

- Possiamo dire che grazie al successo del tennis serbo negli ultimi cinque o sei anni, è diventato lo sport più popolare in il tuo paese. E in che misura i successi in Coppa Davis e Fed Cup aumentano la sua popolarità?
- Certo, il calcio è ancora forte, ma la vittoria dei ragazzi in Coppa Davis è stata un evento molto significativo per tutta la Serbia. Anche il fatto che siamo arrivati ​​alla finale di Fed Cup è molto interessante. Ma oltre a questo, abbiamo molti migliori giocatori - e quello che Novak ha fatto l'anno scorso, ha comunque portato il tennis al primo posto in Serbia; almeno mi sembra così. Il tennis è diventato molto popolare nel nostro paese e ora giocarlo, si potrebbe dire, è di moda ed elegante.

- Diventando la prima racchetta al mondo, hai ricevuto molti contratti, anche per l'abbigliamento. Qual è il tuo atteggiamento personale nei confronti dell'abbigliamento, quali marche ti piacciono di più?
- Mi piace Matthew Williamson. Ovviamente adoro le scarpe diverse. Ma per lo più ordino tutto dai negozi online, perché non ho tempo per uscire da qualche parte (ride) .

- Ritorno alle semifinali di Coppa Federazione, dimmi, dove hai festeggiato quella vittoria contro la nazionale russa e andrai nello stesso posto se vincerai la Coppa del Cremlino?
- Sto ancora cercando di riprendermi da quella celebrazione (ride) . In effetti poi siamo andatiin un ristorante serbo e ha celebrato bene la vittoria. Lì si suonava musica serba, cucina serba ... Quella notte non abbiamo dormito affatto, perché la mattina presto dovevamo volare al torneo di Stoccarda. Così abbiamo festeggiato e ballato tutta la notte.

Le politiche linguistiche del regime FASCISTA - [Learn Italian, IT/RU subs]

Messaggio precedente Wozniacki: il padre sarà sempre a capo della squadra
Post successivo Stosur: il tennis femminile in primo piano in Australia